Monosporascus Cannonballus, Uno Degli Agenti Del Collasso Delle Cucurbitacee- Foto Al Microscopio Su Radici Di Melone

Gli esiti della malattia si manifestano a fine ciclo vegetativo, circa 1-2 settimane prima della raccolta. Le piante mostrano un anticipato ingiallimento delle foglie, seguito da un rapido collasso e morte prematura. L'apparato radicale appare di dimensioni ridotte e marcescente e al momento dell'estirpazione, le radici infette si staccano facilmente dalla pianta.

Collasso su cetriolo
I sintomi che caratterizzano il "collasso delle cucurbitacee" possono essere facilmente confusi con altre patologie ad esito simile causate da Fusarium oxysporum e Verticillium dahliae, agenti di tracheomicosi, Phoma cucurbitacearum e Rhizoctonia solani. Solo l'analisi di laboratorio permette di diagnosticare con certezza la causa dell'infezione.

Allego foto al microscopio delle radici infette

Lotta:

Sono attualmente in corso di sperimentazione di nuovi fungicidi ed agenti di biocontrollo. 

Fondamentale come sempre  rivestono le misure preventive di carattere agronomico consistenti, in particolare, in ampi avvicendamenti colturali. Poiché stress idrici in prossimità della raccolta favoriscono l'insorgere dell'infezione, la non eliminazione di acqua alle piante in fase di maturazione può contribuire a ridurre l'incidenza della malattia.